LA MANUTENZIONE E PULIZIA DELL’IMPIANTO FV: QUANTO E’ IMPORTANTE?

Gli impianti fotovoltaici necessitano, almeno una volta ogni anno, di un intervento di  manutenzione e pulizia al fine di migliorarne il rendimento. Può sembrare un controsenso, ma la stessa esposizione ai raggi ultravioletti delle radiazioni solari rovina  la resina di protezione delle celle solari, provocandone,  in alcuni casi, anche il surriscaldamento, la riduzione del rendimento dei  moduli, l’invecchiamento e il Impianto-fotovoltaicodeterioramento. Ogni pannello fotovoltaico presenta, infatti, una riduzione del rendimento elettrico che aumenta nel  tempo e pertanto va da sé che un pannello solare necessita di cure per far sì che il suo rendimento non venga meno per fattori esterni alla sua già inevitabile riduzione di efficienza energetica.

Detto  ciò, la manutenzione ordinaria di un impianto fotovoltaico si compone essenzialmente di 4 fasi:

  • Pulizia della superfice del modulo (trattamento con acqua demineralizzata con impianto ad  osmosi  inversa);
  • Ispezione visiva su eventuali deterioramenti interni della tenuta stagna di ogni modulo;
  • Controllo dei collegamenti elettrici e cablaggio;
  • Controllo delle caratteristiche elettriche del modulo;

Il controllo deve prevedere nel dettaglio l’espletamento delle seguenti  operazioni:

  • Verifica del corretto funzionamento dell’inverter
  • Pulizia delle aperture di ventilazione dell’inverter
  • Verifica del funzionamento dei dispositivi di sicurezza
  • Verifica della presenza di rotture o fessurizzazione del vetro dei moduli
  • Verificare il fissaggio e lo stato dei morsetti dei cavi di collegamento dei moduli
  • Verifica di ossidazione dei circuiti e delle saldature delle celle fotovoltaiche per lo più dovute a umidità nel modulo a seguito di rottura degli strati dell’involucro nelle fasi d’installazione e di trasporto
  • Verifica della tenuta stagna della scatola dei morsetti
  • Misurazione di ogni stringa di moduli
  • Registrazione delle segnalazioni di guasti nelle scatole di giunzione (quadri di campo) e sugli inverter

Qualora si rilevassero problemi di tenuta stagna, occorrerà provvedere alla sostituzione degli elementi interessati e alla pulizia dei morsetti. E’ importante curare la tenuta della scatola dei morsetti, utilizzando, a seconda del caso, giunti nuovi o un sigillante al silicone.

In definitiva, avere cura di eseguire una regolare pulizia e controllo dell’impianto FV permette sicuramente di  mantenere sempre efficiente la resa e la produzione di energia e, soprattutto, di prevenire ulteriori guasti o difetti che potrebbero insorgere a causa di eventi atmosferici e/o di scarso controllo tecnico dell’impianto.